Progetto Gian Battista Grattoni - logo

Progetto G. B. Grattoni

Letto in legno tutto ad incastro senza nessuna vite nè colla. I comodini sono la continuazione della prima doga.

La storia del progetto

Il Progetto G. B. Grattoni nasce per ricordare il padre Giovanni Battista (detto Titta), Maestro artigiano e cultore del legno e continuare a mettere in pratica i valori e la passione che hanno contraddistinto la sua quotidianità.
Il Progetto è biennale, tematico ed è rivolto a giovani professionisti, studenti e neo-laureati: architetti, designer, artigiani e creativi. Dal 2010 i partecipanti sono invitati a cimentarsi nella progettazione di un complemento d’arredo. Una giuria, selezionata e di livello internazionale, esamina tutti i lavori pervenuti in forma anonima ed elegge il vincitore e, quando motivate, le menzioni.
Si è voluto chiamarlo Progetto perché non si ferma al semplice riconoscimento ma intende andare oltre fino alla realizzazione e alla commercializzazione del complemento, passando attraverso studi di fattibilità, preventivazione dei costi e definizione delle tempistiche di produzione. Ogni Progetto vincitore porterà il nome del suo ideatore, garantendogli visibilità e un contratto royalities.
Finora, ai temi precedenti, hanno partecipato oltre 300 giovani, dimostrando come l’entusiasmo del mettersi in gioco sia il primo passo verso un percorso di crescita personale prima ancora che professionale.
Il Progetto G. B. Grattoni è promosso e di proprietà di Mobili Casabella Grattoni1892.

Network

Il Progetto G. B. Grattoni non è un semplice concorso bensì un percorso di crescita, di condivisione e passione. Alcuni dei giovani progettisti che negli anni passati si sono confrontati con i temi precedenti, hanno continuato a partecipare attivamente al Progetto dimostrando come la presentazione degli elaborati sia semplicemente il primo passo verso nuovi, e a volte inediti, territori di opportunità.